Le zeppole di San Giuseppe

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Filament.io 0 Flares ×
Le zeppole di Sa

Le zeppole di San Giuseppe

COSA SONO LE ZEPPOLE?

Le zeppole sono un dolce tipico italiano, di origine napoletana, e vengono preparate con la pasta dei bignè, delle ciambelle per intenderci, possono essere fritte o al forno (ANCHE SE LA ZEPPOLA ZEPPOLA, E’ E SARA’ SEMPRE E SOLO FRITTA), ed hanno un ripieno di crema pasticcera.

QUAL E’ LA DATA DI NASCITA DELLE ZEPPOLE?

Le zeppole sono nate il 17 MARZO, nell’età dell’antica Roma, mentre si celebravano le LIBERALIA, cioè delle feste in onore del dio del vino, BACCO e dalla dea del grano, CERERE; quindi per ingraziarsi le divinità, si beveva vino e si friggevano frittelle di frumento.

Il giorno del 19 marzo (due giorni dopo, quindi, della nascita), è la festa di San Giuseppe, e sono protagoniste proprio le ZEPPOLE.

La prima zeppola di San Giuseppe  che sia stata messa su carta risale comunque al 1837, ad opera del celebre gastronomo napoletano Ippolito Cavalcanti, Duca di Buonvicino.

San Giuseppe, era il patrono dei falegnami e moltissimi anni fa, veniva messo in vendita ogni sorta di giocattolo in legno costruito proprio da loro ed ogni figlio (chi poteva permetterselo) ne riceveva uno in dono, da parte del proprio padre.

Dal 1968, da quando cioè il giorno di S.Giuseppe è stato decretato festa del Papà, il 19 marzo sono i figli a fare regali ai padri.

COME PREPARARLE?

ECCO LA NOSTRA RICETTA

Per il preparato delle zeppole occorre:

-250 ml. acqua;

-70 g. burro;

-150 g. farina;

-40 g. zucchero;

-3 uova medie;

-1 pizzico di sale;

-1 cucchiaino di lievito;

-scorza di un limone;

-olio (per friggere l’impasto).

Per la crema, con la quale riempire le zeppole, occorre:

-250 ml. di latte;

-3 tuorli;

-1/2 scorza limone;

-30 g. farina;

-60 g. zucchero;

-2 bustine di vanillina.

Per la decorazione:

-crema di cioccolato, o crema di nocciole, o ciliegie candite o amarene sciroppate

PROCEDIMENTO:

10472789_1410803929227714_16820323947618053_n

Innanzitutto si prepara la crema pasticcera: in una ciotola si mettono i tuorli e lo zucchero e si comincia a mescolare, in seguito si aggiunge la farina e tanto latte freddo quanto basta per stemperare il tutto; mentre il restante latte lo si mette in un altro pentolino e si porta a sfiorare il bollore (nel pentolino del latte caldo, si aggiungono le bustine di vanillina e la scorza di limone).

Si spegne il fuoco, e dopo 10 minuti si filtra il latte e lo si aggiunge al composto dei rossi d’uovo. Si mescola, si rimette il composto sul fuoco e lo si lascia addensare a fuoco dolce.

Dopo un quarto d’ora circa, si versa la crema pasticcera in una teglia (meglio se larga e bassa) in modo che si raffreddi, si copre la crema con la pellicola trasparente e la si mette in frigo per velocizzare il raffreddamento.

10363847_1410803939227713_6099071639420975662_n

11045446_1410803935894380_6323821328988183292_n

 

 

 

 

 

 

 

Ora si prepara l’impasto per le zeppole: in una pentola versare acqua e burro, quando si vede che l’acqua comincia a bollire e che il burro è sciolto, spegniamo il fuoco e si aggiunge, tutta in una volta, la farina, mescolando velocemente. Si amalgama tutto per bene fino al momento in cui si formerà una palla.

11060845_1410803925894381_3436180339101141170_n

Dopo ciò, si riaccende il fuoco e si fa asciugare l’impasto per qualche minuto (SI NOTERA’ CHE SUL FONDO DELLA PENTOLA APPARIRA’ UNA PATINA BIANCA). In seguito, si toglie l’impasto dal fuoco, lo si versa in una ciotola e lo si lascia intiepidire.

11081507_1410803932561047_7905562157940477124_n

Una volta, intiepidito l’impasto, lo si mette in un mixer sbattitore, si aggiunge lo zucchero, il lievito, il limone grattuggiato e un uovo alla volta, impastando; ovviamente prima di aggiungere l’uovo seguente, quello precedente dovrà essere completamente assorbito dall’impasto.

1395141_1410804042561036_5726591581325813014_n

Si mette sul fuoco una pentola con l’olio per friggere, e intanto si prende una tasca da pasticcere (con bocchetta a stella) e si versa l’impasto al suo interno, a parte si tagliano dei quadrati con la carta forno, quindi si vanno a formare le zeppole.

Si devono formare dei cerchi di diametro di 5 cm e farci sopra un bordo in modo d formare quasi una scodellina. Si parte dal centro del quadrato e si fa questo bordo proprio come a voler formare una piccola scodella.

Ora si passa a friggere: si immerge un quadratino di carta forno con sopra il nostro impasto della zeppola, lavorato con la tasca da pasticcere (NON METTERE NELLA PENTOLA PIU’ DI TRE ZEPPOLE, PERCHE’ SI RISCHIEREBBE DI FAR ABBASSARE VELOCEMENTE IL LIVELLO DELL’OLIO).

Si possono togliere le carte dall’impasto che sta friggendo con una pinza. Lasciar friggere le zeppole fino a quando con cominciano a dorare.

Una volta fritte, non resta che riempirle con la crema pasticcera ben fredda, perciò si mette quest’ultima in un sac à poche e si riempiono le zeppole.

Sulla crema di ogni zeppola, si potrà mettere o un ciliegia candita, o un’amarena, oppure aiutandoci nuovamente con un sac à poche, si metterà della crema al cioccolato o alla nocciola.

Infine si spolverizzano le nostre zeppole con dello zucchero a velo vanigliato.

E voilà… TUTTI A TAVOLA!!!

BUONA FESTA DEL PAPA'!!!

BUONA FESTA DEL PAPA’!!!

Le mie zeppole di San Giuseppe

E voi le fate le zeppole? Avete un procedimento alternativo per farle? O qualche ingrediente chicca da condividere?

” Non c’è cosa migliore da fare, che ascoltare chi ha qualcosa da dire”

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Filament.io 0 Flares ×